Poznan

Poznan è la quinta città della Polonia (secondo Wikipedia) ma, probabilmente, non è una delle mete più gettonate per le vacanze. Personalmente ignoravo l'esistenza di questa città prima che mi fosse chiesto di partire improvvisamente per un viaggio di lavoro. In realtà Poznan è una città moderna, in forte crescita, che ha saputo sfruttare al meglio l'entrata in Europa.

Quando mi è stato proposto il viaggio non avevo grandi aspettative, nè aspirazioni, ma dopo esserci stato posso dire che mi sbagliavo e, come spesso accade in questi casi, sono contento di essere partito. Questa volta Ilan ha deciso di rimanere a casa, al caldo.

Come regola generale, ho imparato che ogni posto nel Mondo valga la pena di essere visitato almeno una volta (nei limiti della propria incolumità). Le esperienze positive sono sempre a portata di mano per una mente pronta a coglierle e le esperienze negative aiutano a saper riconoscere e valorizzare quelle positive.

Il viaggio si è svolto nelle due settimane prima di Natale e mi sarei aspettato di trovare un clima rigido e tanta neve. La fortuna ha voluto che fosse relativamente caldo (10°C) per quel periodo e così ogni sera, dopo il lavoro, potevo uscire con la mia Fujifilm X-T1.

Clima a parte, l'atra cosa che uno potrebbe aspettarsi di trovare di freddo in un Paese del Nord Europa potrebbero essere le persone. Devo essere sincero, lo stereotipo di Paese freddo = persone fredde mi aveva condizionato a tal punto che non mi sarei mai aspettato di trovare delle persone così cordiali, educate e disponibili.

La zona che preferisco di Poznan è sicuramente la Piazza del Mercato (Stary Rynek), il cuore pulsante della città. A Dicembre tutta la zona pedonale si popola di persone che accorrono a visitare i mercatini per gustarsi un wurstel e un bicchiere di vìn brulè.

Nel weekend ho avuto la fortuna di assistere al festival del ghiaccio, una vera a propria competizione internazionale in cui le squadre armate di sega a nastro si esibivano in sculture di ghiaccio alte fino a 3 metri! I partecipanti, partendo da un cubo perfetto, ottenevano delle vere e proprie opere d'arte di ghiaccio illuminate a led multicolori.

E' stato un peccato poter rimanere soltanto 2 settimane, perchè Poznan merita di essere scoperta e vissuta. Magari potrebbe essere una valida alternativa alle affollate spiagge estive!

MV