L’iPhone HDR GRANDE!

Tutti sanno che sono appassionato di tecnologia oltre che di fotografia e raramente capita che rimanga legato ad un brand per tanto tempo perchè sono sempre alla ricerca dell’oggetto migliore, più nuovo, più prestante, più bello e più funzionale.

Da che ho memoria, ci sono stati pochi prodotti o servizi che mi hanno appassionato talmente tanto da volerli ri-acquistare nonostante qualcosa di più nuovo, più prestazionale o semplicemente economico venisse alla luce. Tra questi mi vegono in mente: Amazon, Fujifilm, Peak Design ed ovviamente Apple. Non penso che Apple abbia bisogno di ulteriore pubblicità ma questa volta mi ha stupito talmente tanto (in particolare dal punto di vista fotografico) che vi devo dire la mia.

Ottobre è arrivato e come ogni autunno esce il nuovo iPhone. Non sono uno che cambia smartphone ogni anno, sono sempre stato quello che compra gli “S” (iPhone 3GS, 4S, 5S, 6S+ e quest’anno XsMax). Il nome è uno scioglilingua se lo si pronuncia all’italiana ICS ESSE MAX … 🤨. Volendo fare i primi della classe il suo nome ufficiale, Ten eS Max, sicuramente suona meglio.

Comunque ne ho ordinati due il giorno del lancio: uno Grigio Siderale per me ed uno Gold per Yi Lan. Purtroppo è arrivato solo il suo prima che mi venisse a trovare in Polonia e quindi l’altro è a casa che mi aspetta.

Che dire di questo smartphone?

E’ esageratamente caro! Sì lo so, l’hanno detto tutti e che Apple se ne sta approfittando, ma allora perchè comprarlo? Beh le ragioni sono tante e penso siano personali, comunque la frittata è fatta.

Volevo uno smartphone con schermo sufficientemente grande da poter lavorare le immagini on the go senza dovermi portare anche il tablet. Ho avuto l’iPad per un po’, ma non potendo rinunciare al classico laptop, sul quale ho sempre installati Lightroom, Photoshop e Capture One, era  l’oggetto “via di mezzo”, “di troppo”, “ne carne ne pesce” e da quando ho l’iPhone 6s Plus l’ho venduto.

Lo schermo 6,5” del Xs Max è bellissimo 🤩: Luminoso, contrastato al punto giusto, con una riproduzione dei colori davvero precisa ed è grande, ho già detto che è GRANDE!?

181002_X-T2_0762.jpg

Ho lavorato giusto un paio di immagini prima che mi venisse strappato dalle mani e sono rimasto piacevolmente colpito dalla comodità di avere uno schermo così grande in uno smartphone delle stesse dimensioni di prima.

Ma ora ti devo dire cosa mi ha fatto gridare al miracolo e mi ha fatto saltare qua e la come un grillo per tutta la casa quando l’ho visto per la prima volta.

La fotocamera!

181002_X-T2_0763.jpg

Cosa? Un fotografo che si esalta così per la fotocamera di un cellulare? Sì, credo che Apple stavolta abbia davvero reso felice i fotografi! Chi è nel settore da un po’ sa molto bene che non si può pretendere la stessa qualità d’immagine da un obiettivo minuscolo ed uno grande e dedicato. E’ questione di fisica: fotografare (ovvero scrivere con la luce) si fonda sulla luce. Quanta luce potrà mai passare in un paio di millimetri di diametro? Pensi che sia la stessa di un obiettivo da macchina fotografica? 

No, ma allo stesso tempo non si può montare un obiettivo voluminoso su un telefono, sarebbe ridicolo e scomodo da portare in giro.

Ma allora cos’è stato fatto?

Apple non ha puntato su fantomatici Megapixel, ottiche Leica o Zeiss (puro marketing). È riuscita, attraverso la combinazione di sensore fotosensibile e potenz di calcolo del processore A12, a simulare la quantità e qualità di luce che vede l’occhio umano con una certa precisione. Qui non si parla di ultra-definizione estrema o di colori brillanti. Ma della qualità della luce.

Forse ti sembrerà la scoperta dell’acqua calda, ma per chi fa foto da anni sa quanto questo sia uno degli ostacoli più difficili che i costruttori di fotocamere devono ancora superare.

 La gamma di luce è incredibile!

La gamma di luce è incredibile!

Questo è ciò che sono riuscito a riprendere con l’iPhone Xs Max in un’unico scatto. Una scena dal contrasto elevatissimo che nessuna fotocamera moderna (che conosco) riuscirebbe a riprendere con la stessa semplicità e precisione. Di solito si è costretti a decidere cosa salvare: Il salotto, le persone, il tavolo o piuttosto la casa fuori, la pianta, il cielo. Ero abituato a dover compiere una scelta, lo sapevo ancora prima di scattare. E’ per questo che quando ho visto lo schermo dello smartphone non potevo crederci! Sì, perché l’effetto finale lo si vede in tempo reale ancora prima di scattare! Sono commosso.

Per avvicinarsi a questo risultato usando la mia Fujifilm X-T2 (fotocamera professionale) ho dovuto scattare 3 fotografie, copiarle sul Mac, aprire Adobe Lightroom lavorarle, passarle su Photoshop e fonderle in  un’unica immagine. Questa tecnica si chiama HDR (High Dynamic Range). Ti sembra complicato vero? Beh paragonato a quello che iPhone riesce a fare oggi lo è eccome!

Nei prossimi mesi iPhone Xs Max sarà sicuramente la mia fotocamera di backup da affiancare alla Fuji (che non è diventata obsoleta) e sicuramente pubblicherò i nuovi scatti su Instagram e Facebook. Se ti fa piacere, seguimi per rimanere aggiornato.

Ora torno a giocarci ancora un po’ perchè ho già scritto abbastanza e Yi Lan sta dormendo 😜

Keep Smiling, Keep Walking Keep Smartphotographying

MV