Keep Smiling, Keep Walking

Sono due le cose che amo fare ogni giorno: camminare e sorridere. Forse la biografia di un fotografo dovrebbe partire con: sono nato il… trovo ispirazione nel… amo congelare ogni istante in… il mio stile è… Il fatto è che mia moglie Yi Lan ed i miei amici e studenti hanno detto: "Matteo dovresti parlare di più di te", "dovresti farti conoscere", "far vedere come sei davvero"!

Bene, io cammino e sorrido.

Ma cosa centra con la fotografia? Penso che la fotografia sia un fatto personale. La fotografia funziona di più quando è personale. Il modo in cui si vede il mondo, l’emozione che si prova e ci costringe a scattare. Camminando fino a perdermi raggiungo nuovi orizzonti, incontro persone interessanti, faccio nuove esperienze, vedo ciò che gli altri non vedono e questo mi da la gioia di fotografare, mi spinge a farlo più di ogni altra cosa.

Man at Work

Non smetto mai di sorridere perchè mi tiene nello stato d’animo giusto per accogliere quello che la natura ed il Mondo mi stanno dando. Sorridere apre il cuore degli sconosciuti che ti mostrano il loro lato migliore, loro stessi. A volte ti guidano spontaneamente verso luoghi segreti, introvabili. Il sorriso è la lingua universale che supera ogni barriera culturale. Camminando e sorridendo si fanno nuovi incontri, si entra nella vita di un Paese straniero, si viaggia davvero.

THe Old Fashon Lady

Da fotografo sono diventato formatore nel 2018. Non volevo essere l’ennesimo “tizio con una reflex” che pretende di essere un artista. Volevo dare qualcosa di concerto ai miei studenti, qualcosa di mio, qualcosa che mi appartenesse. Applico un approccio allo studio di fotografia in movimento, che porta i miei studenti a camminare e sorridere mentre imparano. Nessuna lezione in aula (a parte quelle di post-produzione, sarebbe complicato farle correndo con in mano il computer!).

20180127_XT25848-PS.jpg

Nei primi 6 mesi ho avuto più di 40 studenti entusiasti di apprendere con un metodo così pratico e divertente.
Ho visto in loro la passione, la crescita e questo mi stimola a fare di più, a camminare e sorridere di più.

Regolarmente applico la tecnica del “Photowalk”, imparata in Asia, e praticata dai più grandi fotografi della storia (Robert Capa, Henri Cartier-Bresson, Elliott Erwitt, Sebastião Salgado…). Consiste nel buttarsi tra le strade senza una meta precisa con una sola macchina e un solo obiettivo fisso, funziona perfettamente anche con il proprio smartphone. Il segreto illuminante di questa tecnica è che ci costringe ad aprire la mente, a risolvere il problema, a trovare nuove inquadrature senza l’ansia di troppe variabili in gioco.

In un mese percorro circa 360km a piedi, molti dei quali con una mirrorless nella borsa. Ho scelto il sistema Fujifilm X perchè mi permette di essere leggero e veloce senza rinunciare alla qualità di una reflex professionale. Adoro l’approccio analogico che da alle foto e i colori… Wow che colori!

Colorful Density = Insane + Rationality

Salgado dice “Per un fotografo è molto più importante avere buone scarpe che una buona macchina fotografica” dopo 10 anni di fotografia ho capito cosa intendesse dire. Continuare a camminare per vedere il Mondo, perdersi con la fiducia di trovare nuove strade, essere pronti con il cuore aperto ai nuovi incontri e sorridere, sempre. 

 created by dji camera

Vuoi unirti a me in un workshop personalizzato, pratico e divertente? Scrivimi due righe e ci metteremo subito in contatto. Non preoccuparti non ti farò camminare troppo, ma ti prometto che ci divertiremo!

Keep Smiling, Keep Walking, Keep Being Yourself!
MV